Home Viaggi e Vacanze Un giorno a Porto Torres: ecco cosa visitare

Un giorno a Porto Torres: ecco cosa visitare

0
CONDIVIDI
porto torres

Porto Torres è uno dei principali porti della Sardegna in cui arrivare per visitare l’isola. Si trova al Nord della Sardegna, in provincia di Sassari, e ogni giorno è visitata da numerosi turisti. Rappresenta una delle città più grandi della Sardegna, con i suoi 22 mila abitanti, uno dei centri economici più importanti dell’isola, perché il suo porto è l’unico collegato alla Spagna ed è un porto civico ed industriale.

La città è situata all’interno del Golfo dell’Asinara e comprende il sito archeologico più famoso della Sardegna, il Parco dell’Asinara. Per raggiungere Porto Torres è possibile scegliere tra i tanti traghetti diretti che partono dai principali porti nazionali, ad esempio potrai scegliere la nave da Genova a Porto Torres senza scalo.

La meta è ideale per tutti coloro che intendono realizzare un itinerario diverso in Sardegna, visitando come prima città Porto Torres e le sue meraviglie e partire il giorno successivo per un’altra città sarda.

Le principali attrazioni di Porto Torres

Il Parco Nazionale dell’Asinara è senza dubbio una delle principali attrazioni di Porto Torres, perché è caratterizzato da una vegetazione diversificata e rigorosa, da numerosi resti archeologici come la necropoli di Su Crucifissu Mannu, realizzato nel periodo neolitico. Per visitare il Parco dell’Asinara è possibile incamminarsi all’interno di uno dei numerosi percorsi, a piedi o in bici, oppure è possibile visitare il grande parco in autobus o in auto.

Se in possesso di un’auto, appena fuori da Porto Torres, è possibile visitare la Domus de Janas di Campu Perdu, un sito archeologico molto antico in cui sono presenti numerosi nuraghi come il Nuraghe Biunisi, il Nuraghe Monte Elva e il Nuraghe Nieddu.

All’interno della città è assolutamente da visitare il Palazzo di Re Barbaro, che ospita il secondo complesso termale di tutta la regione. Al suo interno, è stato ritrovato in passato il mosaico dell’Orfeo ed è possibile ammirare i numerosi affreschi che decorano il palazzo e la Domus dei Mosaici.

Prima di dedicarsi al relax in spiaggia, nella stessa giornata è immancabile la visita nella Basilica di San Gavino, la chiesa romanica più importante della Sardegna, che comprende due atri principali all’esterno.

Le spiagge di Porto Torres da vivere in 1 giorno

Uno dei mari più belli della regione sarda bagna Porto Torres ed è per questo che le sue spiagge sono molto gettonate dai turisti. L’inizio del lungomare di Porto Torres accoglie la spiaggia della Renaredda, una striscia di spiaggia con acque cristalline. A pochi passi, si trova la spiaggia dello Scoglio Lungo, una bellissima spiaggia dove fotografare lo scoglio sommerso per metà in acqua e la statua del delfino.

Sempre per chi è in possesso di un’auto, è possibile passare delle ore in una delle spiagge più gettonate di Porto Torres, la Spiaggia di Balai, che si trova in una insenatura ed è composta da una finissima sabbia e da una metà caratterizzata da piccoli sassi.

Gli amanti della natura selvaggia, invece, possono godere della Spiaggia di Platamona, una spiaggia incontaminata che presenta numerose strutture ricettivi e servizi per i turisti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCostituire SRLS senza notaio, cosa c’è da sapere
Blogger da 15 anni scrive articoli di attualità ed approfondimenti su temi di interesse popolare.