Home Viaggi e Vacanze Isola del Giglio: le bellezze da vedere

Isola del Giglio: le bellezze da vedere

0
CONDIVIDI
isola del giglio

L’Isola del Giglio è certamente una delle località più belle e affascinanti, non solo della Toscana ma dell’Italia intera. Si tratta della seconda isola per estensione dell’Arcipelago Toscano e si trova proprio di fronte al Monte Argentario. Le peculiarità che rendono l’Isola del Giglio una delle mete preferite dai turisti provenienti da tutto il mondo sono le tante bellezze naturali che rendono questo luogo un vero e proprio angolo di paradiso.

Isola del Giglio, tutte le bellezze da vedere

In un territorio come quello dell’Isola del Giglio, che è in larga parte ancora selvaggio, spiccano tantissime zone che meritano di essere visitate, tenendo conto anche delle informazioni meteo mare Isola del Giglio sempre aggiornate. La costa è ricca di spiagge con caratteristiche differenti tra loro e un mare cristallino color smeraldo che è davvero difficile trovare molto spesso (molto amato dai sub per le immersioni). Tuttavia, oltre alle aree marittime, l’Isola del Giglio è molto apprezzata anche per le zone un po’ più interne, che è possibile esplorare tramite dei percorsi pedonali che portano anche a godere di paesaggi che tolgono il fiato.

Le spiagge più importanti e davvero imperdibili dell’Isola del Giglio sono il Campese, le Cannelle, le Caldane e l’Arenella: impossibile recarsi in questa isola meravigliosa dell’Arcipelago toscano e non sostare in una di queste spiagge straordinarie. Sui promontori che dominano il litorale, si trovano anche degli imponenti fari: uno dei più importanti è il Faro di Capel Rosso, uno dei luoghi più belli dell’Isola del Giglio tanto da diventare lo sfondo di una delle scene del film “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino. La vista dal Faro di Capel Rosso è davvero straordinaria e spazia fino all’isola di Giannutri e al profilo dell’Argentario. L’altro Faro è quello noto come Antico Faro, che non è più attivo ormai da oltre 150 anni per un particolare molto curioso: era sempre avvolto dalle nuvole, e quindi si trattava di una costruzione sostanzialmente inutile.

Altro elemento peculiare dell’Isola del Giglio è la particolare tipologia di “casetta” nota come Palmenti del Giglio. Si tratta di costruzioni che mantengono vivo il ricordo dell’attività agricola: in questi capannelli, infatti, gli abitanti dell’Isola del Giglio posizionavano delle vasche dove veniva effettuata la pigiatura dell’uva. Per quanto riguarda i borghi dell’Isola, è ovviamente obbligatoria una visita a Giglio Porto, che è caratterizzata da un mare da sogno. Si tratta di una frazione molto frizzante, dove il turista potrà aggirarsi tra le tante botteghe e sostare nei ristoranti e nei bar che offrono un panorama eccezionale.

Giglio Castello e la Baia del Campese: luoghi incantevoli

Sulla sommità dell’Isola si trova invece Giglio Castello, borgo dalle caratteristiche medievali come risaltato dalle mura dell’epoca e dalle torri di avvistamento. Giglio Castello sembra davvero far tornare indietro nel tempo, con il suo incantevole reticolato di vicoli, piazzette e stradine.

Anche qui sono presenti molti locali con “terrazza” sul mare: il Castello si anima molto durante i mesi estivi, con feste e iniziative di tutti i tipi.

Giglio Campese, invece, si trova ai piedi dell’Isola, in prossimità della Baia del Campese. La spiaggia di Campese può essere raggiunta anche con un bus pubblico che parte dal porto, oltre che con mezzi propri. Questa spiaggia è la più famosa dell’intera Isola del Giglio ed è pertanto frequentatissima, anche per la caratteristica sabbia rossa granulare e per le belle acque limpide. Il consiglio che viene dato è quello di recarsi in questa spiaggia di mattina, per godere al meglio delle meraviglie presenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.