Home Viaggi e Vacanze Visitare Parigi

Visitare Parigi

0
CONDIVIDI
parigi

Nonostante i recenti gravi atti di terrorismo e le roventi rivolte dei gilet gialli, Parigi resta una delle città più visitate del mondo. Superata solo da Bangkok, capitale della Thailandia, il fulcro amministrativo e turistico della Francia è la meta “occidentale” che detiene il primato per numero di visite annuali, davanti anche alla “dirimpettaia” Londra (dietro di qualche centinaia di migliaia di visite) e alle blasonate Dubai e Singapore. Da sempre la Ville Lumière ha saputo suscitare un certo fascino nei giramondo e soprattutto nelle coppie di amanti che qui arrivano per giurarsi amore eterno o più semplicemente per passare un weekend romantico all’insegna del divertimento e del buon cibo.

A proposito del buon cibo c’è da dire che in fondo i parigini non sono proprio maestri tra i fornelli e rispetto ad altre regioni francesi la stessa Ile de France non si distingue per varietà di prodotti tipici. Al di là del Pain au Chocolat, della baguette e della Croque Monsieur o Madame, i gourmet a caccia di trofei culinari hanno infatti qui davvero poco da aggiungere alla loro cintura di leccornie e tuttavia trattandosi della capitale della Francia da queste parti tutte le più importanti cucine locali hanno una loro vetrina nella quale sarà possibile assaggiare, pagando spesso conti non certo leggerissimi, il meglio dei gusti d’oltralpe.

È infatti possibile trovare da queste parti le migliori ostriche coltivate in Francia, i migliori crostacei, le migliori escargot, carne di prima qualità e piatti della tradizione francese curati dai migliori chef del mondo che proprio sotto la torre Eiffel molto spesso decidono di aprire i loro ristoranti e svelare i segreti della loro arte ai turisti affamati e con il portafoglio gonfio di quattrini.

parigi skyline

Una volta placato lo stomaco, in cerca di divertimento e di qualche bicchiere al chiaro di luna ci si potrebbe addentrare tra le luci e la movimentata vita notturna di Pigalle, il quartiere ai piedi di Montmartre, ormai al centro della movida parigina che offre intrattenimento dai primi del novecento con i suoi locali trasgressivi (uno dei più famosi è il Moulin Rouge) e le sue numerose sale da gioco.

Proprio in quest’area dal 16 al 22 dicembre al prestigioso Club Montmartre di Rue de Clichy ci sarà una tappa di qualificazione ai mondiali di Hold’em. In tema di sport si potrebbe decidere di visitare la città in primavera (tra metà maggio e inizio giugno) quando i migliori tennisti del mondo s’incontrano al Roland Garros, l’Open di Francia, tra i più antichi e più prestigiosi eventi tennistici del mondo. Sempre in tema d’intrattenimento sportivo si potrebbe fare capolino al Parc des Princes, la casa dei campioni plurimiliardari del PSG, da anni in vetta al campionato francese e sempre in corsa nella top 8 della Champions League.

Potrebbe regalare emozioni anche perdersi a caso per i vicoli del quartiere latino magari fermandosi in qualche caffè frequentato da studenti, per studiare la variegata fauna di giovani e personaggi di tutti i tipi dagli accattoni agli esoteristi, si potrebbe poi fare un salto al Marais e scovare le piccole boutique dei marchi di lusso che qui aprono i battenti sfruttando l’atmosfera bohémien e la ritrovata frizzantezza chic dell’area che è anche il simbolo della Parigi gay friendly.

Anche gli amanti della storia troveranno pane per i loro denti passeggiando per le strade parigine e se una visita in battello sulla Senna vale senz’altro il prezzo del biglietto per concedersi una vista privilegiata sul Louvre, sulla Torre Eiffel, sull’Ile de la Cité e sulle rovine ancora fumanti di Notre Dame, una passeggiata tra i giardini de la Tuileries, uno sguardo alla sfarzosa architettura del Palais de Luxembourg e una breve marcia sulle prospettive imperiali degli Champs Élysées, coronati dall’Arc de Triomphe, varranno senz’altro la fatica dei km percorsi.

Anche i meno interessati non mancheranno senz’altro di fare visita al quadro più famoso del mondo e alla “Dama” ivi ritratta dal Da Vinci mentre il viaggio nella storia si potrebbe chiudere con il maestoso mausoleo di Napoleone a Les Invalides, omaggiando le spoglie di uno dei condottieri più famosi di tutti i tempi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.